Prova d’autorità a Mezzocorona

Metalsider Mezzocorona – Salumificio Riva Molteno 19-30 ( p.t. 8-12 )

Confortante prova di forza per i nostri ragazzi della A2, alle prese con la prima trasferta ufficiale della stagione in quel di Mezzocorona, feudo trentino di antica tradizione pallamanistica e avversario da prendere sempre con le proverbiali ‘molle’. Non tragga in inganno l’assenza di nomi pesanti che lo scorso anno avevano militato con la Metallsider, dato che il profondo rinnovamento voluto dal direttivo mezzocoronese e dal suo neo-allenatore Antonj Laera, ha portato all’allestimento di un organico giovane ma ben impostato e giustamente determinato, soprattutto fra le mura amiche, a rendere vita dura a qualsiasi avversario.
Il risultato finale di 19-30 (partiamo dalla coda) la dice però lunga sui valori messi in campo dalle due formazioni: evidente il divario tecnico fra la nostra squadra e i padroni di casa, e altrettanto ampio il gap atletico che, a conti fatti, ha determinato la dimensione del punteggio. Difesa aggressiva e seconda fase sono le fondamenta sulle quali Alfredo Rodriguez sta (ormai è chiaro) costruendo l’ossatura della nuova pallamano moltenese. Parole al miele per i nostri tifosi, che stanno via via riscoprendo i tratti dell’antico DNA, quello che fu alla base dei successi passati. Il tutto condito con un approccio alla fase offensiva organizzata più moderno e dinamico. Armi micidiali ma ‘energivore’, che necessitano di basi tecniche e atletiche di primo livello e di una puntigliosa applicazione situazionale. Non a caso tutti gli effettivi sono ampiamente chiamati in causa. In gara come in allenamento.
Tornando alla partita va riferito di un avvio ben gestito dai trentini che hanno sfruttato errori e indecisioni dei nostri. Replicato in questo senso il titubante inizio di 7 giorni fa. Basti pensare che la prima rete per noi arriva dopo oltre 4 minuti di gioco e la seconda dopo altrettanta astinenza. Si latita quindi per parziali poco esaltanti (4-1 e 6-3 per Mezzocorona) prima di assistere al risveglio di Alexis & C., che intorno al 20’ passano a condurre per 8-7 e chiudono in modo autoritario la prima frazione di gioco in vantaggio per12-8. Bene in questa fase Esteban Alonso e Giacomo Redaelli, quest’ultimo ormai impostosi come rigorista di riferimento.

Alfredo Rodriguez
Esteban Alonso

Probabilmente Alfredo deve aver strigliato i suoi da par suo negli spogliatoi, poiché è risultato addirittura bruciante l’avvio del secondo tempo: dopo 3’ 14-9 per Molteno e dopo altri 5’ un parziale di 5-0 per noi, con risultato inchiodato su un eloquente 9-19. Troppo duro il colpo per i padroni di casa le cui conclusioni, sempre più velleitarie, si sono spesso infrante sui frangiflutti della nostra difesa e sui muri alzati da Alvaro Campo e Martino Redaelli. Da qui una gestione sostanzialmente tranquilla sino alla sirena finale, con fasi divertenti e diffuso esercizio al tiro. Al Circolo Marcatori tutti sono risultati iscritti, ma note di merito per Jack Reda (7), Alexis Marzocchini (5), Este Alonso (5) e Gioele Mella (4). Discorso a parte meritano i portieri: Martino, Alvaro e Lorenzo Beretta (assente in questa trasferta) hanno iniziato la stagione nel migliore dei modi e ad oggi costituiscono un reparto di sicuro affidamento. Per questa categoria ma anche per impegni più sfidanti. 
Ora triduo in casa con Cassano, Oderzo e, dopo la sosta, Eppan. Occasioni imperdibili per rafforzare la nostra autostima e per dare un segnale forte ai naviganti. Molteno c’è e lo spinnaker è gonfio!

 

[table id=47 responsive=scroll/]