Galizia Lorenzo

Il derby lombardo del girone A del campionato di serie A2 di pallamano, finisce 24-23 per i nostri ragazzi. Una partita, contro i varesini del Cassano Magnago, che sembrava chiusa a cinque minuti dalla conclusione. In questo caso, l’H.C. San Giorgio Molteno, ha peccato di lucidità, non riuscendo a mantenere quella dovuta concentrazione, utile, facendo anche girare di più la palla o anche cercando qualche fallo in più, a non consentire agli ospiti, di arrivare anche a -1, a soli ventitre secondi dalla fine. Da segnalare, che per la prima volta, nel roster, il tecnico Alfredo Rodriguez, ha inserito Alexander Koureta, atleta che sta rientrando da un brutto infortunio. L’atleta ha vissuto con grande attenzione la sfida contro Cassano.
La cronaca del match.
Il Molteno segna la prima rete, ma Cassano è vivo, e grazie anche ad una nostra difesa poco attenta, riesce a portarsi sul 3-6. Da rimarcare che questo Cassano, schierava anche quattro giovani provenienti dalla prima squadra di A1.
Il tecnico Alfredo Rodriguez, chiede il primo time-out. Viene rimarcata la difesa: il nostro portiere Facundo Garcia si mette in evidenza con alcune ottime parate, con Edo Dell’Orto che si prende la scena chiudendo ogni spazio, e con un Lorenzo Galizia, che dà brio e velocità al gioco del Salumificio F.lli Riva, procurandosi anche dei tiri di rigori. A proposito: il Molteno trova il pareggio con tre rigori realizzati, e sullo slancio, riesce a portarsi anche sull’11-6. Questo significa un parziale di 8-0: non male! Il primo tempo si conclude 11-7.
Nel secondo tempo il Salumificio F.lli Riva è ancora sul pezzo. La squadra è unita, determinata, reattiva. La compagine di capitan Zanoletti difende sempre un buon vantaggio, con  una forbice che varia tra i +5 ai +7. (16-9). Il Cassano intanto aumenta il pressing (19-16). Il nostro tecnico chiede un nuovo tim-out a due minuti dalla fine il tabellone segna 24-21. Il Cassano è passato con difesa a uomo ed il Molteno accusa un po’ di fatica. Si arriva sul 24-23. Mancano ventitre secondi. Si soffre, ma si vince, anche meritatamente. Un bel derby, una bella pallamano, un primo posto in classifica.

Tabellino: Alonso 4, Beretta, Bonanomi, Brambilla 2, Dall’Aglio 4, Dell’Orto 6, Galizia, Facundo Garcia, D. Gligic 1, M. Gligic, Kureta, Redaelli 7, Riva, Tagni, Zanoletti.