Il campionato di serie A2 è fermo per le amichevoli in programma della nazionale italiana di pallamano.
Una settimana di sosta utile a tutte le formazioni, per prendere visione delle prime partite della regular season.
Il Salumificio F.lli Riva Molteno arriva in questo punto della stagione, con il primato del girone A ( insieme al Medalp Tirol Innsbruck ), con cinque partite vinte ed un pareggio in classifica. Un Molteno imbattuto. Ci è sembrato opportuno dare voce al nostro allenatore spagnolo Alfredo Rodriguez per analizzare, insieme a lui, le partite sino ad ora giocate.
Alfredo Rodriguez, grazie per la disponibilità, proviamo ad analizzare questa prima parte della stagione :
<< Penso che questo sia un inizio molto positivo della stagione, con risultati al di sopra di quanto ci aspettavamo. Abbiamo trovato buone squadre ed è evidente che questa stagione sarà molto equilibrata sino alla fine del campionato. Al momento penso che stiamo facendo bene, con risultati che ci consentono di continuare il nostro sviluppo in modo tranquillo, ma senza rilassarci >>.
Tutto sta procedendo come lei voleva ?
<< Sì, stiamo sviluppando il nostro lavoro secondo ciò che avevamo programmato. Sappiamo che questo campionato prevede una strada molto lunga, in cui l’importante è crescere giorno dopo giorno nel nostro livello di gioco. Fino ad ora è andato tutto bene, senza gravi infortuni e con una proiezione  positiva per l’ingresso nella nostra squadra di Alexander Koureta e Gioele Mella, due giocatori che stanno per completare il loro recupero, ma di cui potremmo avere nel prossimo futuro >>.
Quali sono le note positive di questo Molteno ?
<< Indubbiamente il lavoro svolto l’anno scorso, ci consente di essere un gruppo più solido e con una capacità di superare i momenti critici che ci hanno permesso di combattere ogni risultato negativo.
Penso che la squadra senza perdere il suo stile di gioco, stia crescendo quest’anno anche mentalmente, dove dalla scorsa stagione abbiamo gettato le basi per costruire un progetto solido per la società >>.
Cosa non è andato bene nella sua squadra in queste prime sfide?
<< È normale che in queste prime partite dovremmo migliorare molti aspetti del nostro gioco. Le debolezze che potremmo avere al momento, sono riservate a noi e sono sicuro che le miglioreremo gradualmente.
In ogni caso, man mano che il lavoro aumenterà e avremo più esperienza, più competitiva come gruppo, sapremo gestire lo sforzo di ciascuno dei nostri giocatori durante la partita, in modo da poter mantenere un livello di alta intensità durante i 60 minuti e sono sicuro che la squadra crescerà sempre di più.
In questo senso, come ho detto prima, il completo recupero di Koureta e di Mella, ci darà un ulteriore e significativo miglioramento della nostra squadra >>.
L’avversario che in qualche modo l’ha impressionata maggiormente quale è stato in queste prime partite?
<< È difficile evidenziare una particolare squadra con cui abbiamo giocato. Ognuno ha praticato il suo stile di pallamano e ciò ha mostrato l’equilibrio di questo campionato.  Indubbiamente, la crescita di Arcom HMT e di Torri è stata notevole, la qualità di Ferrara, una squadra con grandi giocatori o la straordinaria linea di gioco del Cassano, dimostra per quest’ultima un efficace lavoro di grande qualità del suo allenatore.
Ma ripeto, non è corretto evidenziare solo qualcuno.
Tutti sono grandi team e ognuno di loro può superare le difficoltà che si possono porre.
Penso che non siamo migliori di nessuno ma non peggiori di loro >>.
Si aspettava questo trend da parte della sua squadra?
<< Speravamo che con il lavoro fatto ad inizio stagione, a poco a poco stessimo migliorando e le nostre aspettative pianificate, potessero essere soddisfatte.
Certamente in questo periodo della stagione siamo al di sopra di quello che inizialmente pensavamo.
Siamo molto contenti di questo e siamo grati dell’impegno dei nostri giocatori per lo sforzo che fanno ogni giorno in allenamento >>.
Dove può arrivare questo Molteno?
<< Questa è una domanda difficile a cui rispondere. Spero di poter ottenere i massimi risultati, ma dopo 32 anni come allenatore di pallamano, so che durante una stagione possono succedere molte cose, ed è per questo che lanciare una previsione è sempre rischioso.
Personalmente fino a quando i nostri giocatori continueranno a lavorare come hanno fatto sino ad ora con una crescita continua, sarò molto soddisfatto, anche se ovviamente abbiamo l’ ambizione di raggiungere il massimo per la Società che rappresentiamo >>.
Dove bisognerà  migliorare mister ?
<< Dobbiamo soprattutto coordinare al 100% i nostri meccanismi di gioco sia offensivi che difensivi. È un problema di tempo e lavoro.
Con questo e con il contributo di ognuno di noi al servizio della squadra, raggiungeremo uno stile di gioco dove tutti si potranno identificare e sentirsi orgogliosi di far parte della squadra >>.
Ringraziamo il nostro direttore tecnico, consapevoli che Alfredo Rodriguez, sta facendo un  un ottimo lavoro, supportato dai dirigenti, da tutta la società e da un gruppo di giocatori compatto e determinato. Forza Molteno!