Riva Samuele

Sconfitti con onore, e tanti errori, in Austria. Big match dell’ottava giornata di andata del campionato nazionale di A2 di pallamano, con le due capoliste Medalp Tirol e Salumficio F.lli Riva Molteno, che si sono affrontate ad Innsbruck, per il primato del girone A.
Partita conclusa 23-17 (primo tempo 11-9) per i padroni di casa.
Ci voleva la partita perfetta per portare a casa qualcosa di remunerativo.

Il Molteno non ha certamente sfigurato. Anzi, a differenza delle sfide dell’anno scorso, la compagine del tecnico Alfredo Rodriguez, ha evidenziato una maggiore crescita sul piano tecnico, atletico e fisico. La risposta, quindi, a questa sconfitta? Semplice quanto evidente: troppi errori !
L’H.C. San Giorgio Molteno  è partito  molto contratto. Sentiva la sfida, la partita. Evidente anche quel timore posto verso i padroni di casa. La partita è equilibrata con un Molteno che rimane sempre in partita, con i nostri ragazzi che trovano anche il vantaggio sul 7-8. Il primo tempo si conclude 11-9. Ma già nei primi trenta minuti, il team moltenese, non riesce a mettere in risalto le numerose conclusioni a rete, grazie anche alle buone parate del loro portiere. E’ mancato purtroppo dai nostri ragazzi qualcosa in fase offensiva. Nella ripresa si rientra in campo consapevoli che potevamo vincere questa partita. Il gruppo è motivato, ed il nostro tecnico Alfredo Rodriguez , raccomanda più volte  maggiore attenzione. Purtroppo non è serata, troppe le palle perse dai nostri ragazzi.

 

Il Medalp, ed è giusto rimarcarlo, è una squadra forte, compatta, tecnicamente valida.
I padroni di casa prendono il largo, ma non molliamo e proviamo a tenere testa al team tirolese. Il tecnico effettua alcuni cambi, ed i nostri giovani, provano a rivitalizzare il risultato. Accorciamo le distanze. Ma è troppo tardi. Il Medalp non è una concorrente per la fase finale ma ci ha tolto due punti per la classifica, e dietro, qualche avversario si è avvicinato. Non cambia nulla. La stagione è ancora lunga, ed il Salumificio F.lli Riva Molteno da questa sconfitta saprà trarre tante conclusioni, e risposte. Non abbiamo demeritato, con la grande convinzione, che con una maggiore attenzione e precisione, ad Innsbruck si poteva vincere.
E’ stata una giornata no. Un plauso ai locali. Sarebbe stata una grande soddisfazione vincere qui, ma con i se ed i ma, non si va da nessuna parte. Il Molteno è vivo: più che mai.

Forza ragazzi e sempre forza Molteno !

Tabellino: Alonso 3, Beretta, Bonanomi, Brambilla 3, Dall’ Aglio 2, Dell’Orto 2, Galizia, Facundo Garcia, D. Gligic, Koureta 4 , M. Redaelli, G. Redaelli 1, Riva 2, Tagni.

Alfredo Rodriguez