Esteban Alonso
Gianni Breda

Almeno questo è il messaggio vocale che si sente, anche con grande convinzione, in casa del Salumificio F.lli Riva Molteno. Sabato sera si gioca per la terz’ultima giornata di andata del campionato nazionale di serie A2, con il Salumificio F.lli Riva Molteno, che affronterà, in casa, alle 20, il team varesino del Crenna. Non sarà una sfida facile. E’ il solito trend di grande incertezza, ed equilibrio, che vige in questo campionato. Il Crenna verrà a Molteno cercando di tirare un brutto scherzo alla formazione del tecnico Alfredo Rodriguez. I nostri ragazzi non vorranno certo concedere regali. Come sempre, ci affidiamo alla conoscenza sportiva di Gianni Breda per presentare gli avversari :
<< Pallamano Crenna, è una società sportiva che ha come suo campo di gioco la palestra comunale di Cedrate, rione di Gallarate:  appena un paio di chilometri dal Palatacca di Cassano Magnago.  Una prossimità che certo, può essere foriera di confronti e campanilismi, ma anche di collaborazioni e scambi, e soprattutto è vettore di motivazioni e grande stimolo per la crescita e le ambizioni della società stessa e delle sue squadre. La formazione di A2 del Crenna, dopo aver sfiorato la promozione in A1, due anni fa, come spesso avviene dopo grandi obiettivi mancati, ha probabilmente attraversato un periodo sempre più privo di motivazioni, che l’ha portata a concludere lo scorso campionato tra le ultime posizioni del girone di A2. Ma nonostante ciò il gruppo è rimasto unito, grazie anche alla tempestiva opera di rilancio con l’intelligente investimento operato dal presidente Corrado Colombo e dai suoi dirigenti: la scelta di un allenatore di provata capacità ed
esperienza che potesse dare quella scossa necessaria per rinnovare tutta la Pallamano Crenna.
Filiberto Kokuca, classe ’76, serbo di Paracin , naturalizzato italiano, è l’allenatore scelto per questa operazione. Da giocatore è stato un’eccezionale centrale, che si distingueva per il taglio moderno con cui ricopriva il ruolo,
grazie ai 192 centimetri e alle capacità realizzative. Di fatto si cimentava nei tre ruoli della prima linea. Vanta diverse presenze nella squadra nazionale, ha militato sempre in squadre italiane del più alto livello come SSV Bixen, Conversano, Casarano, Fasano, dal 2000 al 2011. Negli stessi anni, con quelle squadre ha partecipato alle coppe europee. Inizia la sua carriera da allenatore a Cologne in A2 nel campionato 2015/16 e ottiene subito la promozione in A1. L’anno successivo fa ritorno in quel di Bressanone (Brixen), società in cui aveva militato come giocatore per molti anni, ma questa volta nelle vesti di coach. Il biennio 2017/18 e 2018/19 lo vede ancora a Cologne dove comunque riesce
a mantenere il team franciacortino nella massima serie, nonostante la riforma dei campionati. Il resto è storia recente >>.
Sempre a Gianni Breda, chiediamo come è stato sino ad ora il cammino in campionato della squadra avversaria :
<< La Pallamano Crenna si è distinta in questo inizio di campionato, con la capacità  di sfoderare vere imprese inattese, come la vittoria di sabato scorso contro l’attrezzatissimo Ferrara. La “cura” di Kokuca può dotarla di quell’equilibrio che le permetta un salto di qualità e  di acquisire la capacità di maggiore continuità. Intanto, con 6 punti nelle ultime 4 gare, Crenna ha agganciato il gruppo che si trova a soli 3 punti dalla “zona play-off” >>.
Gianni, come è composta la squadra del Crenna ?
<< Sappiamo che i ragazzi varesini sono bravi nella gestione delle situazioni dove occorre esperienza e mestiere; inoltre Crenna dispone di un buon collettivo e di due portieri di esperienza, alla luce dei loro ultimi successi, ci aspettiamo una formazione molto motivata >>.
Ed in casa nostra, come si presenterà l’H.C. San Giorgio Molteno ?
<< Sarà sicuramente una gara difficile, ma sappiamo che i nostri ragazzi metteranno certamente il cuore e la grinta che li contraddistingue e per questo siamo fiduciosi. Aspettiamo il supporto anche del nostro pubblico che sarà sicuramente la nostra arma in più >>.
E allora tutti a tifare i nostri ragazzi, forza Molteno !