A2: Ostica trasferta in terra bolzanina

Ad “un tiro di schioppo”, come si suol dire, con il confine con l’Austria. Mancano solo due partite alla conclusione del girone di andata del campionato nazionale di serie A2 di pallamano, con il Molteno ancora in piena lotta per conquistare, comunque, l’ambito riconoscimento di campione d’inverno.
Sabato pomeriggio (ore 18.30) la dinamica compagine del tecnico Alfredo Rodriguez, sarà impegnata a Campo Tures (Sand in Taufers in tedesco) nell’omonima val di Tures, dove si distingue per storicità, la società sportiva SSV Taufers.

Tra le sue attività e discipline sportive é fiorente la pallamano. In questo comparto la società sportiva può vantare, sia per la squadra maschile che per la femminile, la partecipazione alla serie A2, la seconda serie nazionale. Ma la maggior fama della società altoatesina ha un’altra origine…
L’ SSV Taufers si fregia di un sontuoso fiore all’occhiello: l’organizzazione di un torneo giovanile, che giungerà nel 2020 alla 35^ edizione, praticamente per tutte le categorie giovanili, maschili e femminili. Con quasi 2000 partecipanti e oltre 100 squadre.

Un torneo tra i più avvincenti e apprezzati, non solo dalle società italiane. La prima squadra maschile (A2) quest’anno é allenata da Alexandru Dil, coach rumeno molto giovane (ha giocato per i colori del Taufers per alcuni anni, fino a quello passato, distinguendosi come ottimo centrale/terzino). L’elemento più rappresentativo è probabilmente il terzino croato David Ceso: grande esperienza e nel recente passato militanze illustri in squadre come Romagna, Carpi, sempre da protagonista. I risultati fin qui ottenuti in questo campionato dal Taufers, valgono la undicesima posizione.

Ma giocare in un campo “caldo” come è il loro, significa soprattutto fare i conti con la carica agonistica dei dragoni rossi che certamente inseguono sempre la miglior prestazione al cospetto dei propri tifosi, motivati anche dalla classifica dell’avversario.

D’altro canto il Molteno non ci sta certo a far concessioni.
<< Sappiamo di dover lottare, in ogni gara – ci dice Gianni Breda –  a prescindere da chi troveremo di fronte. Il campionato é ancora lungo, questa fase è molto importante, l’obiettivo  per noi è sempre “la prossima”, una alla volta, partita dopo partita. Abbiamo risorse nuove che stanno emergendo, siamo fiduciosi, ma nulla è scontato, nulla (di importante) si raggiunge senza aver dato sempre il massimo >>.

Forza ragazzi e forza Molteno !