In attesa di sapere quando si potrà ritornare a giocare, il nostro cammino all’interno nel roster del Salumificio F.lli Riva Molteno, prosegue con grande entusiasmo. Questa volta, sotto i “nostri riflettori” mettiamo Samuele Sala classe 2002 (nato a Lecco il 29 giugno) studente 4^ Superiore, indirizzo grafico, della scuola Ripamonti a Como.


Ciao Samuele, grazie per la tua disponibilità, come hai conosciuto la pallamano ?
<< All’età di 6 anni mi sono iscritto alla scuola calcio di Bosisio Parini (prima abitavo lì) solo per stare con i miei compagni di classe, e a pallavolo in oratorio a Molteno perché ci andavo con mia sorella. Nel palazzetto, dopo la pallavolo, si allenavano i ragazzi della pallamano dove faceva parte anche mio cugino Alessandro e fu così che ho conosciuto questo sport >>.
Samuele, inizia così la sua avventura nella pallamano :
<< Ho cominciato da prima a fermarmi solo a guardare. Poi siccome c’erano bambini della mia età (ad oggi siamo ancora compagni di squadra) mi sono iscritto.  Frequentavo la 3^ elementare, e ogni giorno che passava, capivo che la pallamano era una disciplina che mi affascinava: mi piaceva sempre di più. Avevo modo di imparare cose nuove e capire che non si doveva mollare mai, tutto questo mi dava molta carica >>.
Immagino che hai poi iniziato così a giocare le tue prime partite:
<< Esatto, sono partito col giocare nella squadra Under 9, dove facevamo tornei, per poi passare in tutte le varie categorie ed arrivare ad oggi, dove gioco nelle squadre dell’Under 19 e in A2 >>.
Come ti trovi nella pallamano Molteno?
<< Nell’H.C. San Giorgio Molteno mi trovo bene con tutti: dai dirigenti, allenatori e compagni di squadra. Il clima che si vive è sano, allegro e accogliente e poi soprattutto il mio coach dell’Under 19, Alonso Esteban che sempre ringrazierò, perché mi ha trasmesso sempre un messaggio importante che cerco sempre di mettere davanti ad ogni cosa che faccio: “ io sono ciò che posso diventare”.
C’è tanta voglia di crescere con la squadra e da parte tua :
<< Indubbiamente.  Al Molteno prometto l’impegno, la buona volontà e l’entusiasmo perché ritengo siano gli ingredienti necessari se si vuol raggiungere degli obiettivi. Cerco sempre di essere sul pezzo e questo significa soprattutto serietà e lavoro >>.
Samuele, secondo te dove devi migliorare tecnicamente ?
<< Devo migliorare molto, dato che sono alla prima esperienza in A2. Sia in difesa a non aver paura di chi è più grande di me ed in attacco nell’osare di più >>.
E, come sempre, la domanda finale. Samuele il Molteno può salire in A1?
<< Penso che il Molteno abbia tutte le carte in regola per la promozione perché la squadra è molto motivata, unita, determinata e con tanta voglia di crescere. C’è un gruppo di lavoro affiatato e competente. Nello sport ci vuole anche la fortuna. Ma nello sport, se vuoi raggiungere dei traguardi – conclude Sala – nessuno ti regala niente, e ogni obiettivo e traguardo, deve essere conquistato con il lavoro, la volontà e lo spirito di gruppo >>.