Molteno, la ciliegina u00e8 ... Carlo Sperti!

Carlo Sperti

u00c8 difficile trovare aggettivi per presentare uno dei piu00f9 forti giocatori nel panorama della pallamano italiana, il quarto best scorer della passata stagione, uno dei pilastri della nostra nazionale.
u00c8 con sincero orgoglio che l’H.C. San Giorgio Molteno si appresta ad annunciare il suo nuovo acquisto: Carlo Sperti !
Quarto nuovo arrivo in casa moltenese, un acquisto molto importante, di spessore e significativo per il definitivo salto di qualitu00e0 della formazione del tecnico Alfredo Rodriguez. Diamo quindi il benvenuto a Carlo Sperti, colui che ha un feeling particolare in fase realizzava, ha potenza, fantasia, precisione, se pur un giocatore ancora molto giovane che in questi anni ha maturato una grande esperienza nel panorama nazionale ed internazionale.
Il Molteno, lo possiamo dire, ha realizzato un colpo da grande squadra. Carlo, intanto un caloroso benvenuto da tutto lo staff dell’H.C. San Giorgio Molteno e dai nostri tifosi, immaginiamo in estasi per questo clamoroso acquisto ! Raccontaci come u00e8 nata la passione per questo splendido sport:
<< Intanto grazie per il benvenuto ! Ho scoperto la mia passione per la pallamano all’etu00e0 di 5 anni, sicuramente tramandata da mio padre, ex giocatore e grande appassionato. Da lu00ec u00e8 iniziato un percorso che mi ha permesso di vivere esperienze straordinarie e di esaudire ogni mio possibile desiderio a livello sportivo. Allu2019etu00e0 di 14 anni, u00e8 arrivata la prima convocazione con la nazionale juniores e grazie ad essa , ho iniziato a viaggiare in giro per il mondo, facendomi scoprire altre culture e mettendomi alla prova conu00a0 le lingue straniere. Allu2019etu00e0 di 15 anni ho giocato in prestito dal Conversano, per sei mesi a Fasano, a 35 km dalla mia cittu00e0, per poter disputare le finali nazionali u16 e u18. A 16 anni, ritorno a giocare nella mia amata Conversano, e questa volta in prima squadra, dove ho avuto la possibilitu00e0 di iniziare a calcare i campi piu00f9 prestigiosi con giocatori di altissimo livello, vincendo a fine campionato, il titolo di Campione du2019Italia e campione di Coppa Italia.u00a0 Lu2019anno successivo, sempre con il Conversano, abbiamo vinto ala Supercoppa >>.
Un messaggio che vorremmo comunicare a tutti i nostri giovani e ciou00e8 che dietro le tue vittorie, c’u00e8 stato anche tanto impegno e sacrificio con la scuola e quindi nello studio :
<< Assolutamente si, nel continuare a crescere come giocatore, mi sono contemporaneamente dedicato allo studio, i primi due anni di superiori come perito informatico, per poi passare allu2019istituto Tecnico Commerciale, dove ho potuto continuare gli studi delle lingue straniere.u00a0 Allu2019etu00e0 di 18 anni ho deciso di intraprendere una nuova esperienza, lontano da casa, ovvero di giocare per il Carpi, dove sono rimasto per tre anni. Il primo anno sono cresciuto molto come persona, conseguendo il diploma di ragioniere e perito commerciale, e come giocatore ottenendo la prima convocazione con la nazionale senior, con la quale ho disputato negli anni diverse gare di qualificazione ad Europei e Mondiali e partecipando agli ultimi giochi del Mediterraneo. Il secondo anno ho iniziato a giocare come giocatore professionista vincendo il titolo di Supercoppa, ed in quella gara, eletto MVP. Sempre nello stesso anno sono stato eletto miglior giovane del campionato.

Il terzo anno, seppur con diversi problemi, la nostra stagione u00e8 terminata in semifinale scudetto >>.
Sappiamo poi che al termine di questa esperienza, hai avuto la possibilitu00e0 di giocare anche all’estero.
<< Esatto. A fine campionato mi u00e8 stata offerta lu2019opportunitu00e0 di andare a giocare allu2019estero e lu2019ho colta al volo, in quanto ancora una volta volevo mettermi alla prova in un altro campionato, approfondire ed allenare la mia conoscenza delle lingue straniere, in un paese come il Lussemburgo dove la prima lingua ufficiale u00e8 il francese e tutti i giocatori parlano anche inglese. In Lussemburgo, oltre alla pallamano, mi u00e8 stato anche offerto un lavoro come autista di scuolabus per ragazzi disabili.u00a0 Al termine di questa fantastica esperienza,u00a0 mi si u00e8 presentata la possibilitu00e0 di tornare a giocare in Italia, a Conversano, nella mia cittu00e0 e dalla mia famiglia, offerta che non ho potuto rifiutare! Nei tre anni di permanenza a Conversano ho disputato una finale scudetto, una semifinale scudetto l’anno successivo e quest’anno chiuso il campionato in testa alla classifica >>.
Carlo ed ora la nuova avventura a Molteno, che certamente hai avuto modo di conoscere in questi anni:
<< Su00ec, certamente ! La pallamano Molteno la conosco giu00e0 da tempo e l’ho seguita in particolare quando ha vinto nel 2017 il campionato italiano Under 20 ! Tra lu2019altro ho giocato anche contro la mia nuova squadra, in una divertentissima partita in Coppa Lombardia. Tutti me ne hanno parlato molto bene di questa societu00e0. Inoltreu00a0 troveru00f2 ex compagni e vecchie conoscenze >>.
Ora ti lasciamo un doveroso spazio dedicato ai ringraziamenti :
<< Vorrei ringraziare la societu00e0 H.C. San Giorgio Molteno per avermi messo nelle condizioni di avvicinarmi a Milano e di potermi dare questa opportunitu00e0. Colgo l’occasione per salutare calorosamente i tifosi della mia cittu00e0. Spero possano capire la mia scelta di vita >>.
Carlo, ci puoi indicare tre aggettivi per descriverti e che ti rappresentano ?
<< Sono estroverso, testardo e tenace, infatti sono sicuro che a Molteno ce la metteremo tutta, fino alla fine e non renderemo facile la vita a nessuno >>.
Cosa vuoi dire ai tuoi nuovi tifosi del Molteno che aspettano presto il tuo arrivo ?
<< Ai miei nuovi tifosi prometto tanto agonismo e voglia di vincere ma soprattutto, ci saru00e0 da divertirsi>>.
La societu00e0 H.C. San Giorgio Molteno e tutti i propri sostenitori, danno di nuovo un caloroso benvenuto a Carlo Sperti, augurando di continuare il suo percorso di crescita sportiva e di vita, con i nuovi colori oro nero. Benvenuto Carlo !