Memorabile...Team di A2 promosso in A1

Memorabile…. Memorabile è un aggettivo che, il più delle volte a sproposito, si presta a ricordare una stagione sportiva particolare, ma proprio questa volta penso sia l’aggettivo più azzeccato.

La nostra stagione ai blocchi di partenza, oltre alla prima squadra che si apprestava ad affrontare un campionato di A2, dopo aver sfiorato nella stagione precedente in semifinale la promozione in A1, vedeva schierarsi: Under 13, under 15 e under 19 Maschile, inoltre dopo aver presentato nella stagione precedente una Under 15 Femminile quest’anno prendeva parte ai campionati anche una Under 17 Femminile, per la verità un po’ risicata ma determinata a crescere.

La stagione sembrava grossomodo scorrere come le altre ed arrivati prossimi al 23 febbraio ci apprestavamo ad organizzare il nostro festival della pallamano nel quale avremmo schierato parecchi ragazzi Under 9 e Under 11 oltre ad accogliere più di un centinaio di altri ragazzi dalle varie società della zona.

Tutto sembrava andare per il meglio, ma solo il giorno precedente la Ns. federazione ci chiede di sospendere provvisoriamente il festival a causa del crescente diffondersi del “Corona virus”, il resto è storia…..

Al blocco dei campionati, la under 13 era in testa alla classifica, la Under 19 seconda, la Under 15 sesta  su undici squadre, la Under 15 Femminile quarta e la Under 17 femminile, formazione appena creata, si era guadagnata sul campo il suo primo punto ed il rispetto di tutte le altre squadre.

Dopo infinite videoconferenze con la federazione a più livelli cercando di dare un senso sportivo alla stagione, veniamo promossi con la prima squadra in A1 (in effetti ci trovavamo primi in classifica a 10 punti dalla seconda ….)

Al di là dei risultati sportivi, l’attenzione della società è sempre stata rivolta a ciò che veniva insegnato ai nostri ragazzi e alle nostre ragazze, sia a livello sportivo che a livello umano:

spirito di gruppo, rispetto dell’avversario e spazio in campo per tutti, anche per chi meno dotato o più semplicemente muoveva i primi passi in questo sport.

Pensavamo di chiedere forse troppo ai nostri allenatori, ma i ragazzi hanno risposto con grande entusiasmo!

Al termine di questa “memorabile” stagione e dopo 3 mandati triennali ho deciso di cedere il passo della presidenza, rimarrò comunque in società cercando di portare per quanto potrò il mio contributo.

Auguro a Livio, nuovo presidente tutto il meglio, gli auguro di proseguire in questo fantastico viaggio mantenendo sempre alta l’attenzione soprattutto a ciò che possiamo insegnare ai nostri ragazzi.