Un raggio di sole in mezzo alla tempesta norvegese

La Norvegia batte l’Italia 39-24.
Pronostico ampiamente rispettato con la favorita Norvegia che conquista i primi due punti del gruppo 6 di qualificazione per i campionati europei di pallamano, battendo la nazionale azzurra, partita disputata sabato al Pala Paolo Giovanni II di Pescara. I vice campioni del mondo della Norvegia, chiudono il primo tempo in vantaggio di dieci reti: 17-7. Niente da dire.
E’ stata una serata particolare per il nostro Gabriele Randes, entrando nel secondo tempo, disputando circa una quindicina di minuti di partita :
<< E’ stata una grande emozione. Non posso non negarlo. Ma nello stesso tempo è stato fantastico essere lì e difendere la porta dell’Italia. Non chiedermi come ho giocato. Però posso affermare due cose: la prima che ci ho messo tanta grinta e determinazione. Ed il secondo punto che ho effettuato due parate molto importanti che mi hanno galvanizzato >>.
Gabriele, eri preoccupato alla vigilia?
<< Assolutamente no perché all’interno si vive un’atmosfera di una grande famiglia. Sono sceso in campo certo che avevo l’appoggio dei miei tecnici, dei miei compagni di squadra. Ovviamente non potevamo essere sullo stesso livello di una Norvegia davvero molto forte. Adesso guardo avanti con ulteriore determinazione e convinzione il cammino con il Molteno, società che ringrazio sempre con molta stima – conclude Randes – nel campionato della Serie A Beretta e quello della nazionale >>.
Prossimo impegno della nazionale azzurra il 10 marzo 2021 contro la Lettonia, precisando che l’Italia deve recuperare il match contro la Bielorussia. Le prime due (girone da quattro squadre) passano il turno, insieme alle quattro migliori terze classificate.

Gabriele Randes