Sconfitta di misura con il Merano

Un primo tempo sottotono, una ripresa decisamente sul pezzo, non bastano al Salumificio Riva Molteno per raggiungere due punti fondamentali per la lotta nella salvezza. Cosi si può riassumere la terza giornata di ritorno del campionato di Serie A Beretta, con la compagine oro-nero che affrontava in casa il team altoatesino dell’ Alperia Merano. Partiamo dal risultato: 25-26 (primo tempo 10-15).
Esaminiamo insieme al coach Onelli le considerazioni post partita. Mister, partiamo dal divario delle cinque reti nel primo tempo che hanno poi compromesso l’intero match:

<< Purtroppo nel primo tempo non siamo stati incisivi in attacco ed abbiamo concesso qualcosa di troppo alla compagine ospite. Anche in difesa non siamo riusciti ad arginare al meglio gli attacchi della formazione meranese >>.

La prima frazione si conclude appunto sul 10-15 per l’Alperia Merano. La seconda parte del match è decisamente molto interessante.
La squadra altoatesina trema, dopo aver sempre gestito vantaggi considerevoli nel corso della gara (20-15, 23-18), ma è abile nel tutelare il 26-23 nel finale di partita dai gol di Dedovic e Galizia. Il -1 a pochi secondi dalla fine resta tale.

<<  Nella ripresa – commenta Onelli –  il Molteno ha alzato il ritmo del gioco, ed è stato molto aggressivo, avvicinandosi al Merano. Peccato per il fatto che per un lungo tratto della partita siamo rimasti con un uomo in meno, questo purtroppo ci ha penalizzato molto. Qualche decisione arbitrale ha condizionato un po’ anche il carattere dei ragazzi e certe situazioni ci hanno un po’ innervosito. Rimane il rammarico – conclude Onelli – che questa partita si poteva vincere ed il Molteno ha evidenziato grandi miglioramenti, ma dobbiamo lavorare molto su quelle discontinuità di gioco e di concentrazione, che paghiamo poi a duro prezzo >>.

Salumificio Riva Molteno: Alonso 1, Beretta, Brambilla, Dall’Aglio 1, Dedovic 3, Dell’Orto, Galizia, Gligic 1, Knezevic 5, Mella 1, Randes, Redaelli , Riva 2, Soldi 8, Sperti 3, Zanoletti.